Casa | Boutique | Cose da fare a Kota Kinabalu | Arrampicata sul Monte Kinabalu | Arrampicata via ferrata – Camminata sul Torq (2 giorni)

Arrampicata sul Monte Kinabalu | Arrampicata via ferrata – Camminata sul Torq (2 giorni)

(3 recensioni dei clienti)

3151625

La via ferrata di 2 giorni sul Monte Kinabalu è la scelta ideale per chi vuole scalare il Monte Kinabalu e ha solo due giorni liberi durante la sua vacanza a Sabah, nel Borneo. L’attività della via ferrata – Walk the Torq, offre un’ulteriore avventura durante la scalata del Monte Kinabalu. Per chi è alle prime armi con le vie ferrate, l’attività Walk the Torq è la scelta ideale.

Per prenotare/verificare la disponibilità – Selezionare la data di inizio della scalata e il numero di persone del gruppo. Il prezzo sopra indicato si intende per persona in base a una prenotazione di gruppo da 16 a 29 persone. Il nostro pacchetto rappresenta un pacchetto di arrampicata all-inclusive, senza extra nascosti. Il prezzo indicato sotto il calendario, una volta selezionate le dimensioni del gruppo e la data, si riferisce all’intero gruppo.

Euro (€) - EUR
  • Ringgit malese (RM) - MYR
  • United States dollar ($) - USD
  • Dollaro di Singapore ($) - SGD
  • Euro (€) - EUR
  • Dollari Australiani ($) - AUD
  • Sterline Britanniche (£) - GBP

Scalata del Monte Kinabalu via Ferrata – Completate l’attività della via ferrata più alta del mondo

Molti visitatori del Sabah scelgono la scalata del Monte Kinabalu come parte della loro vacanza nel Borneo. Ci sono due scelte principali per la scalata del Monte Kinabalu: il percorso “standard” via Timpohan Gate (o sentiero di Ranau), oppure si può scegliere l’opzione “via ferrata”. Scegliendo questo tour di 2 giorni Climb via Ferrata – Walk the Torq avrete due momenti salienti durante la vostra scalata del Monte Kinabalu: raggiungere la vetta del Low’s Peak (massima elevazione 4095,2 m) e completare l’attività della Ferrata (Walk The Torq). È anche interessante sapere che la via Ferrata (Walk the Torq) sul Monte Kinabalu è la più alta del mondo e la prima via Ferrata dell’Asia, che inizia a 3.776 m e termina a 3.520 m sul livello del mare. Questo rende la vostra scalata del Monte Kinabalu ancora più memorabile!

Questa salita via Ferrata del Monte Kinabalu prevede lo stesso percorso di trekking della via Timpohan Gate 2 Day Trek. La differenza principale è l’aggiunta dell’attività della Ferrata, che avviene una volta iniziata la discesa dalla vetta dei Low Peaks e prima di tornare al Pendant Hut per la colazione.

Godetevi le incredibili viste dalla via ferrata del Monte Kinabalu – Una scalata del Monte Kinabalu con una marcia in più

Che cos’è la via ferrata? Una via ferrata è un sentiero protetto di montagna costituito da una serie di pioli, rotaie e cavi che abbracciano la parete rocciosa. Permette di accedere a sezioni panoramiche delle montagne che sono tipicamente raggiungibili solo da rocciatori e alpinisti esperti. L’euforia, gli scenari straordinari e il senso di conquista personale che proverete via Ferrata durante la vostra scalata del Monte Kinabalu vi regaleranno un sorriso per molto tempo.

L’attività di scalata del Monte Kinabalu via Ferrata – Walk the Torq è adatta a chi si cimenta per la prima volta nella via Ferrata. Assistiti dalla vostra Guida Via Ferrata, attraverserete il Ponte delle Scimmie e farete zip sulla traversata tirolese durante l’attività Walk the Torq. Chi è alla ricerca di una via ferrata più impegnativa può prendere in considerazione il circuito Climb via Ferrata – Low’s Peak (2 giorni).

Scegliete una scalata del Monte Kinabalu via Ferrata per un’esperienza davvero memorabile!!!

Non fatevi prendere dai nodi | Walk the Torq

Itinerario di viaggio – Scalata del Monte Kinabalu | Scalata della via ferrata – Camminata sul Torq (2 giorni)
L’itinerario di massima sotto riportato si basa sulla prenotazione dei trasferimenti opzionali di andata e ritorno da Kota Kinabalu con il tour Climb via Ferrata – Walk the Torq (2 giorni).

Ore 06:00: Prelievo dal vostro hotel nel centro di Kota Kinabalu e inizio del viaggio verso il Parco Kinabalu. Il viaggio durerà circa 2 ore, attraversando la catena montuosa di Crocker.

~08:00hrs: All’arrivo, effettuerete il pre-check-in presso l’ufficio della Via Ferrata per la scalata del Monte Kinabalu (situato di fronte al negozio di souvenir) e presso l’ufficio del Parco Kinabalu e incontrerete la vostra guida alpina autorizzata. Come parte della registrazione, riceverete un cartellino identificativo che dovrete indossare per tutta la durata della scalata del Monte Kinabalu. Ne avrete bisogno per superare i punti di controllo della scalata del Monte Kinabalu. Sarete poi trasferiti al punto di partenza per la scalata del Monte Kinabalu – Timpohon Gate @ 1.866 m – dove inizia il vostro viaggio e la vostra ricerca della vetta della montagna più alta del Borneo! Alle 08:30 circa, inizierete l’escursione dalla porta di Timpohan. Il primo giorno di scalata del Monte Kinabalu si estende per circa 6 km attraverso un ambiente prevalentemente forestale, con un percorso che prevede molti gradini e un terreno roccioso. L’ultimo chilometro del primo giorno di scalata del Monte Kinabalu è il più ripido e difficile e vi vedrà emergere sopra le chiome della foresta mentre completate l’ultimo tratto verso Pendant Hut. A seconda del livello di preparazione fisica individuale, il trekking di oggi dura circa 5-6 ore. Il rifugio pendente si trova a 3.289 m sulla parete rocciosa del Pana Laban.

~13:00 – 15:00 (dipende dal vostro ritmo di trekking): All’arrivo al Pendant Hut (al più tardi entro le 15:00) dopo il primo giorno di scalata del Monte Kinabalu, incontrerete il vostro Mountain Torq Trainer per una familiarizzazione obbligatoria con la Via Ferrata (~15:30). Durante la sessione, sarete:

  • Familiarizzate con l’attrezzatura da ferrata da utilizzare durante l’attività Walk the Torq a cui parteciperete durante il giorno successivo della vostra scalata del Monte Kinabalu.
  • Percorso di prova iniziale su via Ferrata
  • Informati sul punto d’incontro effettivo e ricordati dell’orario limite per l’attività (07.15 – Walk the Torq).

Ricordate di non avere fretta durante il trekking per la scalata del Monte Kinabalu fino al Pendant Hut (camminate a un ritmo normale per gestire i vostri livelli di energia) e non siate delusi se non riuscite ad arrivare in tempo al briefing obbligatorio sulla sicurezza. La vostra sicurezza viene prima di tutto e potete comunque raggiungere la vetta del Low’s Peak senza passare per la Via Ferrata.

~18:00: Cena a buffet presso il ristorante Laban Rata. Ritorno al rifugio Pendant per un po’ di riposo e spegnimento delle luci alle 20:00. Pernottamento al Pendant Hut (dormitori non riscaldati).

01:30 – 02:00: Sveglia per la cena (al Pendant Hut).

~ 02:30 – continuate l’ascesa verso la vetta del Low’s Peak e la spinta finale nell’ambito della scalata del Monte Kinabalu. Portate con voi la lampada frontale o la torcia, perché sarà buio mentre continuate l’ascesa al Monte Kinabalu. La salita al Monte Kinabalu dal vostro rifugio alla vetta dura circa tre ore. Alle 05:40 circa, sarete ricompensati con una splendida vista dell’alba attraverso la catena montuosa (tempo permettendo).

06:00 – discesa dalla vetta del Low’s Peak e discesa per incontrare il vostro Mountain Torq’s Trainer al Sayat Sayat Hut @ 3.668m. Gli scalatori DEVONO scendere e arrivare al punto di partenza entro le ore 7:15 (ultimo orario utile).

Al più tardi alle 07:15: Inizio dell’attività Walk the Torq (grado francese PD), che richiederà dalle 2 alle 3 ore per essere completata.

09:30: Ritorno al Pendant Hut per una meritata colazione. Non appena sarete pronti, vi consigliamo di iniziare il trekking di ritorno dal Monte Kinabalu (il check-out dal Pendent Hut è previsto entro le 11:00). Si scende a Timpohan Gate e la parte finale della scalata del Monte Kinabalu durerà circa 4-5 ore.

15:00 – 17:00 Arrivo previsto al Timpohan Gate dopo la scalata del Monte Kinabalu. All’arrivo, trasferimento alla sede centrale del Parco Kinabalu per ritirare il certificato di partecipazione – ben fatto!!! Avrete la possibilità di utilizzare i servizi igienici e di acquistare eventuali snack/ricette dal negozio vicino all’ingresso del quartier generale prima di iniziare il trasferimento di ritorno a Kota Kinabalu (un viaggio di circa 2 ore).

Pre-requisiti del viaggio – Scalata del Monte Kinabalu | Scalata della via ferrata – Camminata sul Torq

L’età minima per partecipare all’attività Walk the Torq è di 10 anni, l’età massima è di 70 anni, il peso deve essere inferiore a 100 kg e l’altezza deve essere superiore a 1,3 m per partecipare all’attività Walk the Torq via Ferrata. L’attività della “via Ferrata” non è adatta a chi ha paura dell’altezza.

La scalata del Monte Kinabalu è fisicamente impegnativa: si consiglia di consultare il proprio medico prima di partire per verificare se si è in grado di completare la scalata del Monte Kinabalu. MOUNTAIN TORQ (che gestisce l’attività della via ferrata) raccomanda agli scalatori di praticare sport cardiovascolari almeno due volte alla settimana, con una sessione di almeno 2 ore, per almeno due mesi prima di iniziare la scalata del Monte Kinabalu.

  • 1 notte Sistemazione di base presso il dormitorio Pendant Hut (dormire in un dormitorio condiviso, non riscaldato, con bagno e servizi igienici in comune).
  • Guida alpina autorizzata dei parchi del Sabah.
  • Familiarizzazione con la Via Ferrata per tutti i partecipanti.
  • Attività di Via Ferrata (Walk the Torq).
  • Certificato di Via Ferrata (solo per i partecipanti che hanno avuto successo).
  • Allenatore di Via Ferrata e attrezzatura tecnica. Noleggio gratuito di tutti i dispositivi di sicurezza: imbracatura, cordino, casco ecc.
  • Parchi di Sabah “Ce l’ho fatta! Certificato
  • 1 cena a buffet al ristorante Laban Rata (giorno 1)
  • 1 Colazione continentale di prima mattina/cena al Pendant Hut (giorno 2)
  • 1 Colazione americana in tarda mattinata al Pendant Hut (giorno 2)
  • Tassa d’ingresso ai parchi del Sabah
  • Sabah Parks Assicurazione per l’arrampicata
  • Permesso di arrampicata nei parchi del Sabah
  • Parchi del Sabah Tariffe per guide d’arrampicata private/dedicate
  • Trasferimento di andata e ritorno da Kota Kinabalu al Parco Kinabalu
  • Guida autorizzata per il trasferimento in minibus di ritorno da Kota Kinabalu. Vi assisteranno durante la procedura di registrazione il primo giorno del tour.
  • Trasferimenti interni di andata e ritorno dal quartier generale del Parco Kinabalu al Timpohon Gate
  • Colazione e pranzo il 1° giorno del tour – Portare un pranzo al sacco
  • I bambini di età inferiore ai 16 anni che scalano il Monte Kinabalu necessitano di una guida alpina aggiuntiva – contattateci per i prezzi.
  • Servizio di facchinaggio per il trasporto dello zaino, si consiglia la prenotazione anticipata – Contattateci per i prezzi.
  • Le spese straordinarie della guida alpina di Sabah Parks si basano sull’arrivo al Timpohan Gate il giorno della discesa.
  • Spesa personale
  • Bevande e pasti non specificati
  • Assicurazione di viaggio personale
  • Tariffe aeree, mance facoltative, tassa di trasferimento, bevande alcoliche e tutte le voci non specificatamente menzionate.

Se avete prenotato un’altra attività con noi il giorno dell’arrivo al Parco Kinabalu, il pranzo può essere incluso se è stato concordato. Se avete prenotato solo il nostro normale trekking 2D1N sul Monte Kinabalu, il pranzo del 1° giorno NON è incluso.

La temperatura a Laban Rata (Panalaban) può scendere a 0°C in una notte fredda. Per il resto, di solito la temperatura è compresa tra 4°C e 8°C.

Importante politica di Mountain Torq per tutti gli arrampicatori della Via Ferrata:

Gli scalatori DEVONO presentare i loro passaporti/IC originali per la registrazione della scalata al Kinabalu Park HQ il giorno stesso della scalata. Si prega di portarlo con sé.

Gli scalatori DEVONO partecipare alla sessione obbligatoria di briefing/formazione sulla Via Ferrata presso il Rifugio Pendant tra le 15:00 e le 16:00 (ultimo orario utile) del 1° giorno di salita.

Gli scalatori DEVONO scendere e arrivare al punto di partenza entro le 07:15 (WTT) o le 06:30 (LPC) per ogni attività (Latest Cut-off time) il secondo giorno di salita.

Tutte le attività di Via Ferrata saranno condotte in gruppi misti da istruttori qualificati di Mountain Torq Via Ferrata.

Gli arrampicatori che non rispettano i tempi non potranno procedere con l’attività di Via Ferrata scelta. Non è previsto alcun rimborso.

L’attività della Via Ferrata può essere annullata a causa del maltempo per la sicurezza di tutti gli scalatori, NON è previsto alcun rimborso.

Siate sorprendenti con Borneo Dream

Lista dei bagagli consigliata per il viaggio

Preparate un bagaglio il più leggero possibile per la vostra scalata del Monte Kinabalu (vi faciliterà il cammino). I bagagli extra possono essere depositati presso il Kinabalu Park HQ a una tariffa nominale di RM10 per pezzo prima della scalata – fatelo sapere alla vostra guida quando vi registrate per la scalata del Monte Kinabalu.

I prodotti essenziali per la vostra scalata del Monte Kinabalu:

  • Zaino impermeabile per riporre gli oggetti
  • Scarpe da trekking o da corsa buone e comode, con una buona aderenza (ad es. scarponcini da trekking, scarpe da passeggio o scarpe da trekking)
  • Impermeabile o giacca impermeabile
  • Abbigliamento caldo come una giacca in pile, pantaloni da trekking
  • Cambio di vestiti (non vorrete dormire con quello che avete sudato!)
  • Berretto/beanie/foulard (aiuta a prevenire la dispersione di calore, soprattutto di notte e al mattino presto)
  • Guanti (impermeabili)
  • Un asciugamano piccolo e leggero
  • Articoli da toilette personali
  • Borraccia ricaricabile
  • Torcia (si consiglia una torcia frontale)
  • Macchina fotografica con borsa/custodia impermeabile
  • Snack energetici, ad esempio cioccolato, noci, biscotti, dolci, barrette energetiche.
  • Protezione solare – Occhiali da sole, lozione con protezione solare, balsamo per le labbra con SPF (attenzione ai forti raggi UV).
  • Una copertura antipioggia per lo zaino
  • E, naturalmente, uno SPIRITO AVVENTURIERO!

CONSIGLIATO per la vostra scalata del Monte Kinabalu:-

  • Bastoncini da passeggio/trekking: renderanno più confortevole il trekking lungo il Monte Kinabalu.
  • Farmaci come compresse per il mal di testa o per il mal di montagna, cerotti
  • Carta igienica / Rotolo di carta igienica
  • Repellente per insetti e zanzare
  • Macchina fotografica con borsa impermeabile
  • Sandali / Pantofole da usare nel pernottamento
  • Sacchetti di plastica

Appunti per l’arrampicata sul Monte Kinabalu – Camminata via ferrata del Torq (2 giorni)
I prezzi sono validi per viaggi fino al 31 dicembre 2024. Per viaggi successivi a questa data, contattateci per un preventivo.

È necessario presentarsi al Rifugio Pendant per la sessione informativa obbligatoria sulla Via Ferrata tra le ore 15.00 e le ore 15.00. Non sarete ammessi all’attività della Via Ferrata se vi perdete la sessione di briefing o se arrivate al punto di partenza dopo l’orario limite (non è previsto alcun rimborso). Per motivi di sicurezza, Mountain Torq non vi permetterà di partecipare all’attività di Ferrata se indossate calzature non adatte (in questo caso non è previsto alcun rimborso). Le seguenti calzature non sono adatte all’attività della via Ferrata: scarpe aperte, ciabatte, scarpe da ginnastica antiscivolo, stivali/stivali da pioggia e stivali da giardinaggio.

Tutti i tour sono soggetti alle condizioni meteorologiche e possono essere modificati per motivi di sicurezza.

Essere in buona salute e in forma per la scalata del Monte Kinabalu è molto importante. Non sono previsti controlli sanitari da parte delle autorità durante l’iscrizione alla scalata, pertanto l’arrampicata avviene a proprio rischio e pericolo.

Prenotate il tour di 2 giorni della via ferrata del Monte Kinabalu e preparatevi alla scalata del Monte Kinabalu della vostra vita!

3 recensioni per Arrampicata sul Monte Kinabalu | Arrampicata via ferrata – Camminata sul Torq (2 giorni)

  1. Inglese

    Niki Yeung

    The trip is awesome! We enjoyed it so much. The view from summit is so breathtaking and I couldn’t find a word to describe it. We have to say we really really appreciate the effort made by our guide, Maikan. The service he provided is way beyond our expectation. He is so experience and knowledgeable. He leads us the whole way making sure we were at the right pace, so that we would be on time to see the sunrise. Also taking care of us especially on the way down as the trail is quite slippery after the rain. He is highly recommended.

  2. Inglese

    R Myers

    My husband and I climbed Mt Kinabalu on New Year’s Eve and summitted on New Year’s Day and it was an amazing way to ring in the New Year.
    Our guide, Zeeron, was outstanding – very knowledgeable about the local area and, more importantly, incredibly patient with us when we were struggling with various parts of the trek.
    We’re both avid hikers and reasonably fit, but we found the second day really hard as you do around 11k (up to the top and then all the way back to the beginning) in more or less one go, so bring knee supports and hire sticks before you start.
    We stayed in the Pendant Hut as we had been signed up for the Via Ferrata but didn’t want to do it. Accommodation was basic and we needed all the ski gear we’d brought with us, but the staff were friendly and the food was fine.
    The breathtaking views from the top made it fully worth the effort!

  3. Inglese

    Audrey

    My friends and I had this cooking class in May 2016 with Beverly. We had a lovely time with her, chef and staff there. Everything was smooth, exciting and well-organized.

    We totally enjoyed the cooking, eating, buying food from local market, learning local ingredients and also visited 3D museum as well as the Upside Down House! 🙂

    Definitely recommend to all travelers!

Mostra solo le recensioni in Italiano (0)

Aggiungi una recensione

Mount Kinabalu

  • Il Monte Kinabalu, nel Sabah, è un vulcano attivo?

    La risposta molto semplice è no. Il Monte Kinabalu è un’enorme montagna o cupola di granito (plutone in termini geografici). Questo è stato sollevato in superficie circa 7-8 milioni di anni fa a causa dell’intrusione di magma e della collisione dovuta ai movimenti della placca crostale. È stato molto tempo fa. Questa montagna non vulcanica non si è formata da fumo e lava. Infatti, la nascita del Monte Kinabalu è il risultato di lunghi, drammatici e complessi processi geologici in diverse fasi, iniziati circa 40 milioni di anni fa.

    BACK STORY – Il 5 giugno 2015 alle 07:15 MST, l’area intorno al Monte Kinabalu è stata danneggiata da un terremoto. Diciotto persone, tra cui escursionisti e guide alpine, sono state uccise dal terremoto e da un’enorme frana che lo ha seguito. Ranau e molte parti della costa occidentale del Sabah sono state colpite e il Donkey Ear’s Peak è stato pesantemente danneggiato.

    Sei giorni prima del terremoto, una decina di turisti occidentali (sei uomini e quattro donne provenienti da Canada, Germania, Paesi Bassi e Regno Unito) “si sono spogliati e hanno urinato sulla montagna (il che, secondo i locali, ha irritato lo spirito del luogo sacro)”. I turisti avrebbero anche urlato volgarità quando la loro guida alpina aveva detto loro di desistere, ma questo fatto è stato poi respinto dal giudice del processo.[citation needed] Ciò ha provocato l’indignazione di alcuni sabahani, che vogliono che tutti i presunti colpevoli siano incriminati da un tribunale locale e costretti a pagare il “sogit”, un tipo di risarcimento dato sotto forma di denaro o bestiame, per placare la parte lesa secondo le usanze locali Kadazan-Dusun. Viene imposta ai trasgressori allo scopo di placare “l’aggredito” e quindi la comunità. Tuttavia, poiché la maggior parte dei turisti detenuti è stata rilasciata dalla prigione malese ed è sfuggita al tribunale locale, gli abitanti del villaggio hanno dovuto celebrare i propri rituali. In seguito all’incidente, alcuni turisti e le loro famiglie hanno espresso le loro scuse a tutte le parti coinvolte e il governo del Regno Unito ha iniziato a rivedere i suoi consigli di viaggio per la Malesia.

    Il retroscena è stato tratto da Wikipedia, il link all’articolo https://bit.ly/3PWilwl

    Per vivere in prima persona la bellezza e la grandezza del Monte Kinabalu, prenotate il nostro pacchetto di 3 giorni per la scalata attraverso Timpohan Gate.

  • Cosa si prova a scalare la via ferrata sul monte Kinabalu

    La via ferrata, che in latino significa “via di ferro”, è il ponte tra lo scrambling e l’arrampicata. Richiede un’attrezzatura minima e una buona capacità di sopportazione delle altezze. A differenza dei problemi di arrampicata o di bouldering, una via ferrata è un percorso delimitato da binari e pioli metallici conficcati nella montagna. È facile da seguire e rappresenta un ottimo modo per affrontare scogliere e cenge altrimenti impraticabili. Che l’abbiate già fatto o che stiate pianificando una nuova avventura, ecco otto cose da sapere sulle vie ferrate.

    Un’alternativa alla via ferrata sul Monte Kinabalu è il Low’s Peak. Può essere scalato da una persona in buone condizioni fisiche e non è necessario un equipaggiamento da alpinismo. Gli scalatori devono sempre essere accompagnati da guide accreditate a causa delle norme del parco nazionale e possono soffrire di mal di montagna.

    Perché non unirsi alle guide turistiche esperte nella nostra scalata del Monte Kinabalu tramite la Ferrata per una due giorni memorabile?

  • Come iniziare a praticare il backpacking (escursionismo) se non si è mai andati prima?

    Iniziate con un’escursione giornaliera. Leggete un po’ sull’argomento; andate in una biblioteca pubblica e prendete in prestito qualche libro sull’argomento. Trovare un mentore; questo può essere fatto in un club, in una classe o con amici già esistenti che lo fanno. Dipende (fattori) dall’età, dalle risorse disponibili, ecc.

    Non sono mai stato un membro degli Scout (un buon inizio, sia come bambino che come leader adulto (come un’amica (mamma) con un figlio che ha bisogno di modelli maschili)). Il mio primo mentore è stato il mio insegnante di biologia del decimo anno (l’ho visto proprio ieri (ci conosciamo ormai da 46 anni)). La mia escursione del primo giorno è stata di 16 miglia, andata e ritorno, con un dislivello di 4.000 piedi (non è necessario fare un’escursione così faticosa; avevo 14 anni). Altre persone e gruppi sono possibili (ad esempio, Sierra Club, AMC, CMC, Mazamas, Mountaineers, ad nauseum; ho presieduto il club del mio liceo, i Trailblazers e l’università per 2 mandati nel nostro club di alpinismo, gli amici erano Trail finders (una scuola)).

    Conoscere i propri limiti: distanza da percorrere a piedi, dislivello e tempo (la risorsa più importante per l’outdoor). Prendete il pranzo (dalla lettura dovreste avere un’idea di cosa prendere). Evitate di comprare troppe cose. Non si tratta dell’attrezzatura. Con il tempo, è generalmente una buona idea imparare a superare i propri limiti (ma non vogliamo ancora anticipare i tempi).

    Alcuni seguono corsi come Outward Bound o NOLS (National Outdoor Leadership School). Non è necessario, ma ad alcuni piace. L’intero tema della cosiddetta educazione all’aperto è controverso.

    Iniziare lentamente: camminare, comprare cose, imparare. Raccogliere le cose con una progressione lenta. Non si impara (molto) leggendo o facendo lezione. Si tratta di mettere un piede davanti all’altro e di sperimentare.

    Provate il campeggio in auto. Imparate a dormire in piano. Imparate a conoscere e a ridurre al minimo i sacchi a pelo (se possibile, prendeteli in prestito o affittateli), i materassini di gommapiuma e le tende (per gestire condizioni ambientali come la pioggia). Imparare a conoscere i fornelli da campo (imparare ad accendere, ma si possono usare anche altri metodi di riscaldamento). Imparare a fare le cose di sera alla luce del giorno, come montare la tenda. Un mentore che veglia su di voi (non deve essere necessariamente un istruttore) può aiutarvi a criticare.

    Poi, alla fine, lavorate fino a un’escursione notturna. (Ho fatto campeggio in auto solo in seguito). Il mio primo pernottamento ha richiesto una camminata di 8 miglia con 4.000 piedi di dislivello fino a 11.500 piedi (e credo che abbiamo dovuto portare con noi la maggior parte dell’acqua). Il mio insegnante ha portato anche il figlio piccolo (forse aveva 10 anni). Non è necessario fare un’escursione così seria. Cima molto ventosa (un po’ difficile dormire), e sono tornato un mese dopo (seconda escursione notturna). La mia terza notte è stata in cima al monte Whitney (14,5K ft) (due volte, durante un fine settimana, con il mio mentore numero 2).

    Ripeto – Seguite un corso di primo soccorso e di rianimazione cardiopolmonare. Acquisire altre abilità, come l’attraversamento di un fiume. Esercitarsi con mappa, bussola e GPS separatamente. Rendetevi conto che non è importante ciò che si impara in classe, ma ciò che si conserva nella risoluzione dei problemi. Passaggio all’inverno (imparare a sciare, non a ciaspolare). Imparare a conoscere le abilità e l’attrezzatura da prendere. Imparare a minimizzare (questo è matematicamente chiamato problema dello zaino (ciò che si mette sulle spalle)). Farsi nuovi amici affidabili. Viaggiare nel mondo.

    Evitare le avventure. Evitare i drammi. L’ultima cosa con cui si vuole avere a che fare sono i cadaveri. Veri e propri cadaveri (gli amici lo hanno fatto). I Jedi non desiderano l’avventura, e nemmeno voi dovreste.

    Tratto da https://bit.ly/3FWQN5z – Questo articolo è stato scritto originariamente da Eugene Miya, scalatore e trekker dagli anni Settanta.

  • Quali sono i fatti sul Monte Kinabalu?

    Il Monte Kinabalu (malese: Gunung Kinabalu, dusun: Gayo Ngaran o Nulu Nabalu) è la montagna più alta del Borneo malese – Stato federale di Sabah. La montagna misura 4.095 metri ed è la terza vetta più alta di un’isola sulla Terra. Essendo la ventesima montagna al mondo per importanza topografica, rappresenta una grande sfida per i visitatori. Il Monte Kinabalu si trova nel distretto di Ranau, sulla costa occidentale del Sabah, in Malesia. È protetto come Parco Kinabalu – Patrimonio dell’Umanità.

    Il Monte Kinabalu era originariamente classificato come alto 4.101 m, ma dopo un nuovo rilevamento nel 1997, utilizzando la tecnologia satellitare, è stata stabilita l’altezza della sua cima (nota come Low’s Peak) a 4.095 m (13.435 piedi) sul livello del mare. 6 m (20 ft) in meno rispetto a quanto pensato in precedenza.

    Il Monte Kinabalu e il Parco Kinabalu sono tra i siti biologici più importanti al mondo, con 5.000-6.000 specie di piante, 326 specie di uccelli e oltre 100 specie di mammiferi identificati. Tra questi, le famose gigantesche piante di Rafflesia e gli oranghi – patrimonio dell’umanità dell’UNESCO.

    • La terza vetta più alta di un’isola della Terra
    • 4.095 m di altezza (rilevamento del 1997)
    • 5.000-6.000 Specie di piante
    • 326 Specie di uccelli
    • 100 Specie di mammiferi
    • Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO
    • Terremoto 2015
    • 7-8 milioni di anni

    Provate voi stessi un’opportunità unica nella vita con il nostro trekking di 2 giorni attraverso la Porta di Timpohan.

Carrello
Torna in alto