Casa | Blog | Le 10 migliori avventure nella giungla del Borneo

Le 10 migliori avventure nella giungla del Borneo

Con un’età stimata di 140 milioni di anni, il Borneo vanta una delle foreste pluviali più antiche del mondo. Di conseguenza, è stata fondamentale per l’evoluzione della maggior parte delle specie endemiche (uniche dell’isola) di piante e animali. Quando visiterete la giungla del Borneo, sarete circondati da circa 3.000 specie di alberi, 15.000 specie di piante da fiore, 221 specie di mammiferi e 420 specie di uccelli. Si tratta di una quantità enorme di avvistamenti da fare, quindi non c’è da stupirsi che un’avventura nella giungla sia in cima alla lista di molti visitatori dell’isola.

Che cos’è una Giungla? | Avventure nella giungla del Borneo

In questo focolaio di biodiversità, nel Borneo non esiste una vera e propria giungla. Infatti, l’isola è stata suddivisa e classificata dal WWF in specifiche ecoregioni. Questi sono:

  • Foreste pluviali di pianura
  • Foreste di torba
  • Foreste di brughiera di Sunderland
  • Foreste paludose d’acqua dolce
  • Mangrovie della piattaforma di Sunda
  • Foreste pluviali montane
  • Praterie subtropicali

Eco-esplorazione

Il Borneo continua a essere il centro degli sforzi di conservazione. In particolare attraverso i programmi di alto profilo per la protezione dell’orango del Borneo e l’accordo “Heart of Borneo” del 2007. Il progetto è stato avviato dal WWF e firmato dai governi delle tre nazioni dominanti del Borneo, che si sono impegnati a proteggere 220.000 chilometri quadrati di foresta pluviale. Quindi, quando esplorate le giungle del Borneo, fatelo con uno spirito coscienzioso.

Dove andare?

Allora, quali sono i luoghi migliori da inserire nella vostra lista di viaggio? Dalle montagne ai fiumi, copriamo il meglio del territorio dove potrete vivere una varietà di avventure nella giungla.

1. Monte Kinabalu

È la vetta più alta del Sud-Est asiatico. Quindi, a seconda del tour scelto, è possibile sperimentare diversi habitat ed ecoregioni. Alla sua base, le foreste pluviali di pianura che circondano il parco nazionale lasciano il posto alle aree montane più in alto. Per andare ancora più in alto, si possono fare escursioni con le “vie ferrate”, percorsi di risalita della montagna attrezzati con passerelle, cavi e altri ancoraggi fissi. Inoltre, se si raggiungono le quote più elevate del monte Kinabalu, si trovano arbusteti alpini con numerose piante endemiche, tra cui le orchidee? Le specie presenti in queste aree della giungla sono molto vaste, per cui è una destinazione davvero da non perdere!

2. Valle di Kiulu

Non lontano da Kota Kinabalu si trova la Valle di Kiulu. Quest’area di foresta pluviale secondaria offre un terreno accessibile per il trekking. I sentieri che attraversano la giungla offrono una splendida vista su molte specie di alberi e piante da frutto. La sua accessibilità lo rende il luogo ideale per avventure che includono un elemento di bushcraft, abilità di sopravvivenza o attività di artigianato locale. Le lussureggianti rive del fiume Kiulu ospitano anche diverse destinazioni per il relax.

3. Riserva forestale di Sepilok

Quest’area della foresta pluviale di pianura del Sabah è interamente protetta. Ciò significa che l’ecosistema supporta un gran numero di animali selvatici e di vegetazione che possono prosperare nell’habitat. Quest’area della giungla è il luogo ideale per i viaggiatori in cerca di un’avventura nella giungla per l’avvistamento della fauna selvatica! Durante il trekking in questa parte della foresta pluviale si possono osservare oranghi, macachi e scimmie dalle foglie rosse. Se siete amanti dell’avifauna, osservate i buceri, i martin pescatori e i cuculi.

4. Pulau Gaya

L’isola di Gaya, la più grande del Parco Nazionale Tunku Abdul Rahman nel Sabah, ospita 20 km di sentieri escursionistici. L’isola si eleva a circa 300 metri e offre quindi una sfida maggiore agli avventurieri più ambiziosi! Oltre al terreno della giungla, l’isola è circondata da barriere coralline che consentono di combinare facilmente la giungla con le esperienze subacquee.

5. Maliau

Il bacino di Maliau è un’area protetta che solo recentemente è stata resa accessibile ai turisti. A partire dal centro didattico per naturalisti e biologi, l’accessibilità è cresciuta, ma questo altopiano sollevato è ancora considerato il “mondo perduto”. Le avventure in questa parte del Borneo sono più ardue rispetto ad altre zone, ma sarete ricompensati dall’aver sperimentato un ambiente che pochi altri hanno visto.

6. Zone umide di Klias

Lontano dalla città, le zone umide di Klias contengono lussureggianti foreste di mangrovie piene di fauna selvatica unica. Di giorno si possono avvistare scimmie proboscide e buceri e di notte spettacolari lucciole. Per avere un’idea della straordinaria fauna selvatica del Sabah, si consiglia la crociera sul fiume Klias.

7. Valle di Danum

Chi ama l’avvistamento della fauna selvatica rimarrà affascinato dai panorami offerti dalla Danum Valley. Quest’area di conservazione della foresta pluviale di pianura non aveva insediamenti umani prima di diventare una riserva protetta. Per questo motivo, la fauna endemica ha goduto dell’assenza di interferenze umane. Qui vivono il rinoceronte di Sumatra orientale, l’orango del Borneo, il gibbone, il mousedeer, il leopardo dalle nuvole, l’orso del sole, l’elefante pigmeo e il tarsio. Perciò un trekking nella giungla qui può diventare piuttosto un safari!

8. Riserva naturale di Tabin

Situata nella parte orientale del Sabah, questa riserva faunistica è considerata la più grande della Malesia. È raggiungibile da Lahad Datu in circa 40 minuti. La Tabin Wildlife Reserve ospita un gran numero di animali, alcuni dei quali a rischio di estinzione. All’interno della riserva si trovano i tre più grandi mammiferi del Sabah, l’elefante pigmeo del Borneo, il rinoceronte di Sumatra e il Tembadau. Oltre alla ricca biodiversità della natura da osservare, i visitatori della riserva possono partecipare a molte attività basate sulla natura, tra cui: trekking nella giungla, safari notturni, passeggiate notturne, avvistamento di animali selvatici, birdwatching ed educazione alla foresta pluviale.

9. Fiume Kinabatangan

Per vivere la giungla del Borneo non basta camminare. Il fiume Kinabatangan è il più lungo del Sabah. La sua sorgente si trova in alto nella catena montuosa di Crocker e percorre 560 km fino all’estuario della palude di mangrovie sulla costa orientale del Sabah. La fauna selvatica si riunisce intorno all’acqua, quindi da questo punto di osservazione è più probabile scorgere alcune delle numerose specie endemiche del Borneo. Elefanti pigmei, oranghi, scimmie proboscide, macachi, langur marroni, gibboni, buceri, coccodrilli e martin pescatori sono solo alcune delle specie della giungla che potrete vedere.

10. Monte Alab

Questa vetta si trova tra le montagne di Crocker. Il trekking nella giungla in quest’area offre un contatto ravvicinato con il fogliame subtropicale e con cascate spettacolari. Le diverse aree forestali sono vaste, quindi se la vita vegetale è il vostro interesse, il Monte Alab e i suoi dintorni sono un’ottima destinazione.

Carrello
Torna in alto