Casa | Blog | Correre in famiglia: come tutta la famiglia può praticare l’attività subacquea

Correre in famiglia: come tutta la famiglia può praticare l’attività subacquea

Tutti i genitori vogliono trasmettere le proprie passioni ai figli. Vogliono vedere la luce dell’entusiasmo brillare dagli occhi dei loro figli e poter condividere la gioia dell’attività con coloro che amano. E così è per i subacquei. Il mondo della subacquea è una comunità forte, piena di persone appassionate. Il contatto con l’oceano e la sua vita marina significa che un’immersione può avere un impatto sulla visione dell’ambiente circostante. Perché non vorreste condividerlo con i vostri figli? Con qualche considerazione sugli aspetti pratici, è certamente possibile.

Rock of Ages

Per le persone la cui passione è il ciclismo o lo sci può sembrare un po’ più facile coinvolgere i propri figli. I bambini possono essere accompagnati fin dalla più tenera età e si vedono piccoli spingitori di pedali e minuscoli snowboarder già a 3 anni. Non è così per le immersioni, dove un bambino deve avere 10 anni per ottenere un brevetto junior. Tuttavia, questo non significa che i vostri figli non possano sviluppare precocemente l’amore per l’acqua. Il nostro programma Try Dive a partire dagli 8 anni permette ai bambini di iniziare il loro percorso per diventare subacquei e sperimentare le gioie dell’oceano.

Piccoli Tots

In una famiglia con due genitori, il piano più chiaro per una pausa di immersione quando i bambini sono troppo piccoli per immergersi è quello di alternare le immersioni con l’assistenza ai bambini e fare i turni. Per i bambini di questa età l’esposizione all’acqua e all’oceano è fondamentale, quindi passate molto tempo a sguazzare insieme. Se sperate di trasmettere ai vostri figli l’amore per le immersioni, i piccoli passi nei primi anni di vita sono importanti quanto la partecipazione al loro primo corso.

Abilità di snorkeling

Per i bambini più piccoli che amano stare in acqua, lo snorkeling è un’ottima soluzione. Se questa attività è adatta ai vostri piccoli dipende esclusivamente dalla loro abilità in acqua. Una maschera da snorkeling può essere utilizzata per aiutare i bambini a partire dai tre anni a controllare cosa c’è sul fondo del mare mentre si trovano alla loro profondità. Naturalmente, in qualità di genitori, è necessario essere attenti e vigili. Ricordate che si tratta di gettare le basi per la curiosità verso il mondo marino. Può sembrare banale per un genitore abituato a esplorazioni più profonde, ma investite del tempo ora e potrete costruire le basi per formare una famiglia subacquea.

Il sommozzatore solitario

E se siete l’unica persona della vostra famiglia che ama le immersioni? Nonostante i vostri sforzi, il vostro coniuge e i vostri figli non se la sentono. Il bello delle favolose destinazioni per le immersioni è che tendono ad avere un sacco di altre attività in corso e quel sole tanto importante che farà sorridere anche gli abitanti della costa.

Iniziare a lavorare

E se nessuno della famiglia è un subacqueo e volete provare tutti insieme? Per le famiglie con bambini di età superiore ai 10 anni, si tratta di un processo abbastanza semplice. È possibile frequentare insieme il corso PADI Discover Scuba Diving Experience. È una grande opportunità per legare come famiglia e costruire grandi ricordi insieme. O perché non provare inizialmente un tour guidato di snorkeling per ispirare la vostra prossima avventura sottomarina?

Imparare le corde

Per i bambini più piccoli, 8 o 9 anni, il corso PADI Bubblemaker è l’ideale. I bambini sperimentano l’immersione in “condizioni di acqua confinata”, ad esempio lungo una barriera corallina protetta e poco profonda. Incoraggiamo uno o entrambi i genitori a unirsi ai loro figli in un’esperienza Bubblemaker: questo aiuta il bambino a sentirsi a proprio agio e i genitori possono vedere le reazioni del figlio mentre si immerge per la prima volta. In questo modo potrete chiacchierare a cena di ciò che avete visto e di quanto vi siete divertiti a imparare le vostre abilità subacquee!
Impagabile!

Diventare maggiorenni

Perché la magica età di 10 anni? Beh, ci deve essere un limite da qualche parte. L’immersione è uno sport estremamente ben strutturato e regolamentato, il cui fulcro è la sicurezza. Per questo motivo, vogliamo essere certi che i bambini comprendano i processi di immersione e il funzionamento dell’attrezzatura. Il corso Bubblemaker limita a 2 metri la profondità che il bambino di 8 o 9 anni può raggiungere. Il programma Discover prevede un limite di profondità di 12 metri, ma poiché la maggior parte della vita marina interessante si trova a circa 5-10 metri, è raro raggiungere questo limite.

Il tempo degli adulti

Anche quando i bambini sono abbastanza grandi per immergersi, è importante avere il tempo di godersi le immersioni da adulti. Se entrambi i genitori sono appassionati ed esperti di immersioni, potreste sentirvi frustrati dalle limitazioni che i vostri figli potrebbero imporre. Nel modo più gentile possibile, naturalmente! Il modo per ovviare a questo problema dipende spesso dalla destinazione di vacanza e dall’alloggio. Alcuni offrono club per bambini o un servizio di babysitting, in modo da poterne approfittare per uscire e dedicarsi a immersioni più impegnative. Oppure alternare i tempi di immersione. Assicuratevi solo di non ostacolare troppo il tempo trascorso in famiglia!

Prepararsi al meglio

A che punto si acquista l’attrezzatura per i propri figli? Da mute e BCD a maschere e pinne, il conto si accumula presto, soprattutto se avete un paio di bambini o più. Un corso PADI Discovery di solito include un’attrezzatura a noleggio, ed è saggio attenersi al noleggio finché non si ritiene che i propri figli siano abbastanza impegnati nell’immersione. Maschere e pinne sono meno dispendiose e sono ottime da avere a portata di mano per permettere ai bambini di godersi il mondo sottomarino ogni giorno. Quando si acquista l’attrezzatura, è importante avere una vestibilità sicura e confortevole per articoli come regolatori o BCD, ma pensate di scegliere una taglia in più per le mute, perché le utilizzerete molto di più.

Trovare un equilibrio

Le vacanze subacquee con la famiglia sono all’insegna dell’equilibrio. Ricordate che i bambini si stancano più rapidamente e tendono ad avere una minore capacità di attenzione. Ciò significa che, per quanto condividano il vostro interesse, hanno bisogno di cambiamenti di attività per rimanere concentrati. Per questo motivo, è consigliabile pianificare immersioni mattutine e riservare i pomeriggi ad altre attività. O semplicemente per rilassarsi sulla spiaggia!

Qualità più che quantità

Con una famiglia, è importante non esagerare con le immersioni. Se siete una coppia che (prima della famiglia) si tuffava ripetutamente in vacanza, dovrete rivedere la vostra pianificazione. Pensate alla qualità quando organizzate le vostre immersioni. Non si tratta della frequenza con cui ci si immerge, ma di prendersi il tempo per pianificare quando e dove andare per assicurarsi di vivere un’esperienza ottimale. Questo non significa che si debba rimanere fuori dall’acqua per il resto del tempo. Escursioni di snorkeling, gite in barca e tempo in spiaggia vi terranno a contatto con il mare. La varietà, come si dice, è il pepe della vita familiare!

Carrello
Torna in alto